2002
Cherasco, Palazzo Salmatoris

Ugo Malvano (1878-1952) - Un pittore fra Torino e Parigi

Promossa dalla Città di Cherasco, la mostra di Palazzo Salmatoris (27 aprile - 19 maggio 2002) propone, nel cinquantenario della morte del pittore, un’ampia antologica che ne presenta l’intero percorso artistico.
Catalogo a cura di Pino Mantovani con testi di Rosanna Maggio Serra, Marco Rosci, Pino Mantovani, Franca Sacerdote, Edizioni Città di Cherasco, 2002. Maggio Serra analizza i rapporti di Malvano con la cultura artistica piemontese di fine 800-primo 900 e con pittori italiani a Parigi; Marco Rosci dedica il saggio ai problematici rapporti con l’impressionismo e postimpressionismo; Pino Mantovani commenta l’epistolario tra Malvano e l’amico pittore Cino Bozzetti; segue un’accurata biografia di Franca Sacerdote.

Dalla presentazione della mostra nel pieghevole illustrativo:

” Pittore di riconosciuta qualità, ampiamente rappresentato presso la Galleria d’Arte Moderna di Torino, segnalato nelle principali mostre storiche promosse da pubbliche istituzioni torinesi a proposito dell’arte nella prima metà del ’900, Malvano non ha avuto, a tutt’oggi, una mostra complessiva che ne riproponesse l’opera e la riesaminasse alla luce di studi aggiornati.
Dall’inizio del Novecento agli anni Trenta, Malvano, che dopo studi classici si era laureato in Medicina parallelamente frequentando l’ambiente artistico piemontese, soggiornò spesso a Parigi dove entrò nel ”giro italiano” di Macchiati, mostrando di intendere e di saper elaborare con originalità la lezione dell’lmpressionismo fino a Cézanne e del postimpressionismo dai Nabis ai Fauves.
Fu certamente un tramite per l’ingresso della cultura francese d’avanguardia a Torino. Sono documentati i suoi rapporti con l’ambiente ”moderno” torinese (Lionello Venturi, Casorati, i Sei). ”

Sono presenti in mostra circa 70 opere rappresentative dell’attività pittorica di Malvano, dai piccoli oli su tavola di fine 800 agli ultimi dipinti degli anni ’50. Sono inoltre esposti una serie di preziosi piccoli studi di mare degli anni 20 e un gruppo di disegni (paesaggi e nature morte) realizzati nel periodo di guerra (1944-45).


Riferimenti:
http://www.teknemedia.net/pagine-gialle/associazioni/palazzo_salmatoris_cherasco/dettaglio-mostra/375.html